Nicelli / Venezia

Via Renato Morandi 9 Venezia 30126
+390412420194
€€€
Opening Hours
Sun, Mon, Tue, Wed, Thu, Fri, Sat 09:00 - 19:00
Description

L'aeroporto di Venezia-Lido "Giovanni Nicelli" (una volta chiamato aeroporto di Venezia-San Nicolò), è situato nella parte nord dell'isola del Lido di Venezia.La pista in erba è di 994x45 m, con orientamento 05/23. L'aeroporto è anche dotato di eliporto, con area di atterraggio in erba di 25x35 m.StoriaIl primo volo di un aeroplano su Venezia, un Farman II francese, pilotato dal campione automobilistico Umberto Cagno, risale al 1911 e fu il risultato di una iniziativa pubblicitaria della Compagnia Italiana Grandi Alberghi per attirare e divertire la ricca clientela.Dopo quella prima esperienza, le esibizioni aeronautiche continuarono e, nella primavera del 1914, una pubblicità dell'Hôtel Excelsior avvertiva i futuri clienti che ci sarebbero stati a disposizione due idrovolanti, per il loro divertimento. Lo scoppio della prima guerra mondiale annullò l'iniziativa.L'importanza della città lagunare come base di idrovolanti militari fu ben presto compresa dalla Marina Militare, che il 25 aprile 1913, Festa di San Marco, battezzò la nascita della prima squadriglia di idrovolanti al mondo, con il nome appunto di San Marco e con sede presso l'Arsenale. Alla squadriglia era annessa la scuola di pilotaggio, realizzandosi in tal modo un progetto proposto sin dal 30 ottobre 1912 dal capitano di fregata Ludovico de Filippis, brevettato a Centocelle nel 1910 e vice-ispettore dei Servizi Aeronautici del Ministero della Guerra sin dal 6 aprile 1911. In un primo tempo, l'attività della scuola si svolge in Canale delle Vergini, presso l'Arsenale, ma poco dopo viene trasferita sul nuovo idroscalo, realizzato nel canale del forte di S. Andrea, nell'Isola delle Vignole, situato presso la bocca di porto del Lido. L'organico della scuola è costituito dalla Squadriglia S. Marco, che utilizza inizialmente 8 idrovolanti di tipo eterogeneo (un idro Ginocchio, tre Borel 100 Hp, un Borel 80 Hp, due Curtiss Paulham 1912 e un Bréguet).

from official Facebook page
average 43 votes
2.3
Tips from the Net @ Nicelli
Matteo Pellegrini it
Scenografia davvero bella e quasi surreale - si è in un aeroporto, ma insieme in un parco, in una ristorante etc. - compromessa però da alcuni elementi (vetustà dei bagni, mordacità delle zanzare, scipitezza della pizza) GooglePlace - September 2017
Monica Camuffo it
Cena di ferragosto: doveva esserci l'orchestra e non si è vista, salmone che sa da freschin, riso che sa da freschin, mezza orata lessa che sa da freschin, gelato che saveva da freschin. Pessimo GooglePlace - September 2017
Seba Frollo it
La miglior location lidensi con una grande cucina GooglePlace - June 2017
Gianni Evangelisti it
Ho organizzato il pranzo per il compleanno del mio ragazzo,partiti da Modena solo per pranzare al Nicelli. Ci accomodiamo alle 13.15 circa nella zona esterna (grazie al sole e bella stagione) con vista alla pista in erba. Ci raggiunge al tavolo una signora e porta il menù. Dopo qualche minuto ripassa per raccogliere l'ordinazione. Ci consiglia come antipasto la saltata di cozze e vongole fresche. Ascoltiamo il consiglio. Il dramma arriva con la frittura e le verdure alla griglia. Frittura composta da chele di granchio (surimi) surgelate, anelli di totano surgelati e da 1 sarda poco cotta (cruda) e con il pasto ancora all'interno del pesce! Le verdure no comment! Il peperone aveva ancora il bollino colloso! È stato lavato prima di essere grigliato? Il tutto è stato fotografato. Caffè pessimo. Arriva il conto,dopo averlo pagato mi accorgo che è SBAGLIATO! Scusandosi mi dicono che non conoscono a memoria i prezzi del listino (sbagliati 3 prezzi) e mi rendono la differenza. Altro tasto dolente i servizi igienici! Mancava sapone per le mani e carta per le mani. I cestini gettacarta erano vuoti! Quindi mancava da giorni! E per finire la cameriera giovane passava per i tavoli a chiedere la mancia a voce alta. Non ritornerò mai più in quel ristorante. GooglePlace - April 2017